News

Pietrafesa decide la sfida del "Pantano di Pignola"

Allo Sporting Pignola è bastata la rete del difensore Pietrafesa per aggiudicarsi la gara di cartello del turno infrasettimanale e con questa sconfitta la Fides Scalera scivola a meno 5 dalla vetta. Alla fine del campionato mancano ancora sei gare, impegni tanto “probanti”, se si esclude l’ultima giornata, il Pignola non ne ha da affrontare, quindi la squadra di mister Lauria, vincendo questa gara, ha messo una seria ipoteca sul ritorno in Eccellenza. E’ altrettanto vero che le gare vanno giocate, ma se i pignolesi hanno affrontato con determinazione la Fides, faranno sicuramente lo stesso fino alla fine. Giochi chiusi? Resterà, come sempre, il campo giudice inappellabile. Il turno però non si è completato, perché la gara di Rotondella, dove era di scena il Rotonda (terza forza del torneo), per via dell’impraticabilità del campo è stata rinviata. Lo “stop” dei filianesi ha rimesso in corsa per i play off anche le squadre in lotta per il quinto posto, che alla vigilia erano tre. Ferrandina e Candida Melfi, grazie alle vittorie ottenute, gli aragonesi a Paterno e i vulturini contro il Salandra, si sono temporaneamente “sbarazzati” dell’Oraziana Venosa, che al “Lorusso” non è riuscito ad aver ragione dell’Avigliano, anzi hanno addirittura rischiato la sconfitta. Per oraziani, ora in ritardo di due punti, nulla è perduto, perché c’è ancora tempo, anzi questo finale di campionato sarà reso ancora più avvincente da questa sfida a tre per due posti, perché difficilmente il Tursi, che mercoledì è stato sconfitto a domicilio, riuscirà a rientrare. Dall’altra parte della classifica sembra essere quasi certificata la retrocessione della Fst Rionero nel torneo inferiore, il gap di 11 punti è rimasto invariato, ma sembra veramente difficile che i ragazzi di mister Pietropinto possano tornare in corsa, ma, come sempre detto, resta il campo il giudice inappellabile e fino a quando non ci sarà la matematica a determinarne la retrocessione, i vulturini vanno sempre tenuti in considerazione. In chiave salvezza non sono stati pesanti solo i punti conquistati al “Corona” di Rionero dall’Anzi, che ha così scavalcato diverse concorrenti, ma anche quelli conquistati dal Real Atella, che con il più classico dei risultati ha battuto e scavalcato in classifica il Bella. Preoccupa un po’ la quarta sconfitta consecutiva subita dal Paternicum, anche se la squadra valligiana gode ancora di un discreto vantaggio sulla zona play out, mentre la vittoria conquistata dal Miglionico consente ai bianco verdi di affrontare con maggiore serenità questo finale di campionato. Con le 22 reti messe a segno il bottino stagionale è salito a quota 643 e pur non essendo scesi in campo, gli attaccanti del Rotonda restano i migliori (70 le reti realizzate), mentre quelli del Real Atella i meno produttivi (16), hanno addirittura fatto meglio gli attaccanti della Fst (23) che invece continuano a subirne a catena. Sono quasi cento, 96 per la precisione, le reti incassate. I difensori della Fides, nonostante per la terza gara consecutiva abbiano subito un gol, sono i migliori della categoria, perché di reti ne hanno subite solo 16. 


News Precedente
News Successiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi con * sono obbligatori