News

Lo Sporting Pignola allunga il passo

La giornata andata in archivio, caratterizzata anche da un brutto episodio di violenza, ha visto la capolista Sporting Pignola (64) allungare nuovamente il passo sulla Fides Scalera (60), che non è riuscita ad espugnare il campo del Tursi (41). Coretti, dopo aver neutralizzato due rigori allo Sporting Pignola, si è messo nuovamente in mostra parandone uno a Marino. Un plauso al Tursi che, nonostante avesse poco da chiedere a questo campionato, ha fatto la sua onesta partita “onorando” il campionato. La Fides Scalera ora rischia l’aggancio in classifica da parte del Rotonda (57), che oggi scende in campo per recuperare la gara di Rotondella. La compagine rotondese non è andata oltre il nulla di fatto a Ripacandida, contro una squadra, il Candida Melfi (52), che era comunque in serie utile da 10 giornate. La squadra di mister Di Perna è in piena corsa per i play off, mentre quella di Cimicata ha forse dato l’addio alla promozione diretta, ma visto come stanno andando le cose è veramente prematuro dirlo nonostante in palio ci siano pochi punti. Resterà un finale incandescente perché al momento, eccezion fatta per la retrocessione della Fst Rionero, è ancora un cantiere aperto.  Grazie alla quarta vittoria consecutiva, il Ferrandina (54) “targato” Stigliano ha consolidato il quarto posto in classifica. La vittoria conquistata sul campo del Rotunda Maris (33) è una seria ipoteca ai play off. Resta in corsa anche l’Oraziana Venosa (49) che al “Lorusso” ha battuto in rimonta il coriaceo Miglionico (29). Il Miglionico, nonostante la battuta di arresto, resta con un margine rassicurante sulla zona play out dove la lotta si è riaccesa. Stesso discorso per il Paternicum (28), che domenica ha incassato la sesta sconfitta consecutiva, la squadra valligiana ha tutti i mezzi per uscire dal tunnel. Si assottiglia il vantaggio anche perché all’Avigliano saranno sicuramente recapitati i tre punti a tavolino per la gara di Rionero. I granata, che saliranno a quota 26, saranno di poco fuori dalla zona rossa dove il colpaccio della giornata lo ha messo a segno il Bella (24) che ha espugnato il campo dell’Anzi (23). Altro colpo pesante lo ha firmato il Salandra (19) che grazie alla rete di Savoia è passato sul campo del Real Atella (20). Ora si lotterà per conquistare una posizione migliore perché, come detto, la Fst Rionero è matematicamente retrocessa, per i vulturini l’unica speranza sarebbe quella della ripetizione della gara con l’Avigliano, ma stando alle cronache è difficile che venga adottata una tale decisione. Ci sentiamo solo di esprimere piena solidarietà alla società che, purtroppo, ha rimediato una brutta figura. I numeri della giornata dicono che sono state messe a segno 21 reti, il bottino stagionale, che nel frattempo sale a quota 687, sarà aggiornato questa sera. Nonostante la giornata di digiuno, la quarta della stagione, gli attaccanti del Rotonda restano i migliori della categoria avendo messo a segno 77 reti, mentre resta asfittico quello del Real Atella, che di reti ne ha segnate solo 17. Il bomber dell’Oraziana Venosa Di Tolve, siglando la ventiquattresima rete stagionale, ha consolidato il primato in classifica. Serritella, assente, e Pietragalla, restano fermi a quota 18, mentre avanzano Dametti (17) e Campisano (16). Sette sono invece le caselle a zero ancora espresse dalla classifica dettagliata: nessuna vittoria esterna per la Fst Rionero che non ha mai pareggiato fuori casa così come il Bella, zero pareggi interni per Rotonda, Ferrandina e Rotunda Maris, mentre l’Oraziana Venosa è l’unica squadra a non aver mai perso in casa. 

Scritta da Acro

La firma del calcio dilettantistico lucano on-line dal 24 ottobre del 2004


News Precedente
News Successiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi con * sono obbligatori