News

21a giornata: Cappotto della Soccer al Vitalba

Con i risultati della quarta giornata del massimo campionato regionale, nella parte alta la classifica non ha subito particolari scossoni. La Soccer Lagonegro a suon di gol continua la corsa verso la Serie D, il Rotonda non molla la presa e con la quinta di vittoria di fila resta nella scia dei valnocini. Frena invece il Grumentum, e il pareggio a Montescaglioso permette al Melfi di accorciare le distanze dal podio. Il Lavello torna prepotentemente in zona play off passando a Moliterno, mentre sale al settimo posto, a tre punti dai play off, la Fides Scalera, che ha riassaporato il gusto della vittoria dopo due sconfitte di fila.
In coda il colpaccio della giornata lo ha messo a segno il Latronico, i termali, tornati al successo dopo otto giornate, in un colpo solo hanno scavalcato in classifica il Real Tolve e l’Alto Bradano, ora relegati all’ultimo posto in classifica. I giallo rossi sul campo di Tito hanno conquistato il secondo pareggio consecutivo contro la Vultur, che a sua volta è riuscita a spezzare la striscia negativa (tre sconfitte di fila). Per i vulturini è un punto che fa tanto morale quanto classifica anche in virtù delle sconfitte patite dalle squadre che gli stanno davanti.
La Soccer Lagonegro è una vera e propria macchina da gol e dopo averne rifilati sei al Latronico, domenica scorsa ha battuto con lo stesso punteggio il Vitalba (6-0). La compagine di mister Camelia, che vanta il miglior attacco della categoria (63 le reti all’attivo), ha conservato il vantaggio, seppur minimo, sul Rotonda, che con un netto e perentorio 3 a 0 ha espugnato il campo dello Sporting Pignola. Sugli scudi Frittitta, che alla seconda apparizione ha realizzata la sua prima doppietta con la maglia dei “lupi del Pollino”. Nulla da fare per i pignolesi, che pur non avendo sfigurato, non sono riusciti a contrastare il passo degli ospiti.
L’operazione “riscatto” non è riuscita al Grumentum, che torna a casa da Montescaglioso con un solo punto e con qualche recriminazione di troppo. Tante le proteste sul rigore concesso ai montesi, che alla fine ha decretato il pareggio. Il Melfi consolida il quarto posto in classifica grazie alla vittoria ottenuta in extremis contro il Real metapontino. Premiato il forcing finale operato dai federiciani che hanno trovato il gol della vittoria nei minuti di recupero con Saurino.
In rimonta il Lavello, con una doppietta di Monopoli, espugna il “Venezia” di Moliterno e consolida il quinto posto in classifica. Al momento però la partecipazione ai play off non è certa, perché le distanze dalla seconda vanno oltre i limiti imposti dalle regole che “regolano” i play off e per lo stesso motivo anche la sconfitta subita dai valdagrini potrebbe esser indolore, visto che la squadra di mister Finamore vanta un distacco di dieci punti dal penultimo posto in classifica.
Il torneo è però ancora lungo e in corsa resta, dopo il 3 a 0 rifilato all’Alto Bradano, anche la Fides Scalera. Gli angioini, come i dauni, devono sperare che il Rotonda rallenti la corsa, mentre gli altobradanici, relegati ora all’ultimo posto, hanno tutto il tempo per tentare la risalita così come il Real Tolve, che quantomeno è riuscito ad evitare la sconfitta contro una Vultur che ha cercato fino alla fine di centrare il successo pieno. Come detto prima, il colpo grosso della giornata lo ha messo a segno il Latronico, che contro ogni pronostico, visto che era reduce da diverse sconfitte, ha espugnato il “Rigamonti”. La Murese è stata forse punita oltre i propri demeriti, ma alla fine, visto come sono andate le cose, la sconfitta non ha leso la propria posizione di classifica. I bianco rossi sono fuori dalla zona play out.
Il bottino stagionale, con le 24 reti messe a segno, è salito a quota 467.
Lancellotti, a segno per la ventiduesima volta in questa stagione, ha consolidato la propria leadership nella classifica dei marcatori, il compagno di squadra Scavone, che ha fallito un rigore, resta secondo in classifica con 19. Alle spalle della coppia valnocina c’è il federiciano Bongermino, che ha agganciato al terzo posto Serritella (16), a digiuno da tre settimane. Tredici le reti di Senè, mentre ha raggiunto quota 10 d’Amico.
L’Alto Bradano, che come è noto è da poco tornato a giocare effettivamente le gare, non va a segno da otto turni (nel mezzo due rinunce), il Latronico è tornato al gol dopo tre turni, mentre il Real Tolve dopo quattro. Terza domenica senza subire reti da parte della difesa del Rotonda.


News Precedente
News Successiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi con * sono obbligatori