Eccellenza, il commento

L'Eccellenza parte senza scossoni

Share this post

POTENZA- E’ del “picernese” Salvatore Brindisi la prima rete della stagione sportiva 2013/14. Stagione che tra l’altro si preannuncia molto interessante in virtù del consistente numero di squadre che partono con l’intenzione di conquistare l’accesso alla serie D senza passare attraverso la lotteria dei play off, ristabiliti dopo un anno di “meditazione”. La prima giornata è così andata in archivio senza grosse sorprese e con tutti i pronostici della vigilia, anche se con qualche patema d’animo, rispettati. Restando al “D. Curcio” di Picerno, la squadra di mister Catalano, che è una delle candidate alla vittoria finale, non ha dovuto faticare più di tanto per aver ragione di una Fst Rionero apparsa molto volenterosa, ma poco incisiva. L’uno due firmato Brindisi-Scavone ha tagliato le gambe ai ragazzi di mister Cassese, che hanno comunque messo in mostra delle buone trame di gioco. I vulturini avranno tempo e modo per rifarsi. Il punteggio, arrotondato dalla doppietta di Esposito, poteva essere anche più vistoso, ma domenica il caldo si è fatto sentire. Con il più classico dei risultati, e con un gol per tempo, la Soccer di mister Masullo è passata sul campo della Vultur, dove però il cuore non è bastato. La Soccer, che è una delle squadre candidate alla vittoria finale, è parsa molto quadrata in tutti i settori ed ha anche saputo gestire bene il doppio vantaggio. Nel frattempo che Az e Soccer andava tornavano negli spogliatoi già con la vittoria in tasca, da Pomarico arrivava la notizia, clamorosa, che la squadra di mister Camelia era sotto. Un risultato molto inatteso, ma subito ribaltato nel corso dei secondi 45’. Campisano subito in avvio azzera il gap, poi Mastroberti e Murano operano il sorpasso. Capitan Mastroberti, onnipresente, chiude definitivamente i conti e fa tornare il sorriso in casa Rossoblu. Il Pomarico, ancora in attesa del transfert degli argentini, può recriminare ben poco, perché la compagine di Camelia, pur regalando un tempo, ha dimostrato di avere qualità, esperienza e determinazione, quindi tutte le carte in regola per combattere alla pari con le altre pretendenti. Non stecca la prima neanche il Viggiano, che grazie alle reti di Anastasio e Magliano, è passato sul campo dell’Aurora Marconia. Gli jonici, rispetto alle uscite in Coppa, sono apparsi in uno stato di forma migliore, anche se si punterà alla salvezza con una squadra molto giovane. Il Viggiano ha invece tutte le carte in regola per inserirsi nella lotta per la promozione. Si sono invece annullate a vicenda Angelo Cristofaro e Real Tolve. Quello andato in scena ad Oppido è stato però un derby molto piacevole e spettacolare, dove però è mancato solo il gol. Le otto ammonizioni fioccate, stanno a significare che il derby è sempre sentito, anche se è capitato alla prima giornata. Manniello e Denora possono contare su organici che, nel prosieguo del campionato, potranno dire la propria. L’unico risultato che forse era meno inatteso è stata la sconfitta patita dallo Sporting Pignola a Pietragalla, con la squadra di casa capace di ribaltare il risultato nel corso della ripresa. Sugli scudi il bomber Petilli, autore di una doppietta. Vincenzo Nano ha invece regalato alla Murese un bella vittoria a danno del Villa D’Agri. Un successo striminzito, ma meritato, perché la squadra di Ragone ha fatto vedere cose egregie. Dopo l’eliminazione in Coppa, ha avuto un buon esordio in campionato il Moliterno targato Vignati. Il Vitalba, specie nella ripresa, ci ha provato, ma senza grossa fortuna. Il neo acquisto Sanseviero si presenta al pubblico valligiano con un bel gol. E restando in tema gol, 20 sono state le reti della prima giornata e da registrare subito diverse marcature multiple. Esposito, Petilli e Mastroberti hanno festeggiato l’esordio in campionato con delle doppiette. Come detto un solo pareggio, poi tre vittorie esterne e 4 casalinghe.