Eccellenza, il commento

Al Viviani, davanti a 850 spettatori, passa il Rossoblu

Share this post

POTENZA- I “secondi” 90’ del massimo torneo regionale hanno regalato diverse sorprese, segno che l’Eccellenza 2013/14 sarà sicuramente la più difficile degli ultimi anni. E’ prematuro parlare di classifica, ma qualche valida indicazione è già arrivata. Nella parte nobile della graduatoria ci sono, a punteggio, Rossoblu e Viggiano, squadre che saranno sicure protagoniste mentre dall’altra parte Vultur e Marconia sono ancora ferme al palo. Il risultato che, per certi versi, è il più clamoroso, è quello maturato sul campo di Filiano, dove l’Az Picerno non è riuscita a portare a casa l’intera posta in palio. E’ però andata peggio alla Soccer, che al “Rossi” si è fatta imporre il pari dal Pomarico. Primo punto dal sapore storico per la Fst Rionero, che in extremis ha evitato la seconda sconfitta consecutiva. In rimonta è arrivata la prima vittoria per il Real Tolve, si sono invece riabilitate Villa D’Agri e Sporting Pignola. Secco due a zero per il Viggiano che, come detto, viaggia a punteggio pieno con il Rossoblu, che al Viviani ha battuto l’Angelo Cristofaro. In un Viviani che non vedeva tanti tifosi (850 gli spettatori) chissà da quanto tempo, la squadra di mister Camelia ha incamerato la seconda vittoria consecutiva e non senza qualche patema d’animo. Difatti i potentini, che avevano già ipotecato la vittoria nella prima frazione di gioco grazie alle reti di Campisano, Mastroberti e G. Leone, e anche dopo aver fallito il poker in diverse occasione, nella parte finale della gara grazie una doppietta del bomber alto bradanico Digiovinazzo, la contesa si è difatti riaperta. Camelia è corso un po’ al riparo, ma poi il gol di Murano ha spento le velleità di rimonta degli ospiti. Un risultato giusto, dove la squadra di Camelia ha meritato in pieno i tre punti, mentre quella di Manniello deve ancora mettere a punto qualche meccanismo. Gara dal sapore strano per i gemelli Leone e Campisano, ex in casa Rossoblu, ma anche per gli inossidabili potentini Volturo e Scaldaferri. La società potentina, ma era una notizia che circolava già da un po’, ha confermato di essersi assicurato le prestazioni di Margiotta, un bomber che non necessita di particolari presentazioni e che Camelia conosce molto bene avendolo avuto a disposizione in passato. Da un bomber di razza, che deve però scontare qualche giornata di squalifica, ad un altro che, appena riabbracciato dal suo vecchio pubblico, si è ripresentato a Viggiano facendo capire che il vizio del gol non lo ha perso. Ed è così che Altieri, partito dalla panchina, appena ha messo i piedi in campo ha chiuso la pratica Vultur nel migliore dei modi. I valligiani, che erano passati in vantaggio con Anastasio, collezionano la seconda vittoria di fila, la Vultur invece la seconda sconfitta consecutiva, mister Ceruzzi può rimproverare ben poco ai suoi ragazzi. Soccer e Picerno rallentano la corsa e si fanno imporre il pari dalle rispettive avversarie. A Filiano la squadra di mister Catalano, dopo aver raggiunto il pari, ha cercato con insistenza la via del gol, senza però riuscirvi. Le due squadre hanno dato vita ad una gara vibrante. Stesso risultato per la Soccer Lagonegro, che non è riuscita a far bottino pieno contro un Pomarico che non è affatto dispiaciuto. Dopo un primo tempo “noioso” e con pochi spunti interessanti, solo Salomone ci ha provato con una certa determinazione, il risultato è maturato nel giro di due minuti. A  Salamone ha risposto (rigore) Chisena. Fino al triplice fischio finale qualche emozione, ma nulla di più. Armento e Arpaia regalano invece la prima gioia a mister Denora, ma quanta sofferenza, perché il Moliterno, che era passato in vantaggio, si è dimostrato di essere una formazione arcigna. Sfuma invece a tempo quasi scaduto la vittoria che stava già pregustando la Murese sul campo della Fst, che invece grazie alla rete di Bochicchio conquista il primo punto stagionale. Un pari spettacolare che però non accontenta nessuna delle due squadre. Primo successo per il Villa D’Agri e lo Sporting Pignola. La squadra di mister Cicchetti mette in cassaforte la vittoria nella prima frazione di gioco, subendo poi il ritorno dei pietragallesi, che hanno trovato solo un gol, il Pignola ha invece messo al tappeto la giovane formazione del Marconia. Sugli scudi l’ex Città di Potenza Francesco Grieco, autore di una bella doppietta. Sono 25 le reti realizzate nel secondo turno, una in più rispetto alla seconda dello scorso anno, ma cinque in meno nel computo generale delle marcature (45 quest’anno e 50 lo scorso anno). Leader dei marcatori è il potentino Mastroberti, ma giocatore che si sta rilevando pedina fondamentale per la squadra di Camelia. Per il capitano del Rossoblu sono tre le reti realizzate in due gare. Si sono ripetuti anche Campisano, Anastasio, Murano e Salamone, che seguono a quota due insieme a Grieco del Pignola e Digiovinazzo, autori delle uniche doppiette giornaliere.