Calcio giovanile

Allievi: Grande rimonta della Daken

Share this post

V. Avigliano Daken Invicta Matera 1-2   Virtus Avigliano: Trevisi, Carlucci, Carriero, Telesca, Summa V., Masi, Verrastro, Nardiello, Romaniello, Galasso, Bochicchio / De Leonardis, Colangelo, Ricci, Gerardi, Summa A., Summa D., Sabato. Allenatore:  Summa Daken Invicta Matera: Sanza, Eletti, Costella M., Palazzo, Rondinone, Fraccalvieri, Belgrano, Giordano, Viggiani, Di Cuia, Galetta / De Bonis, Andrulli, Matera, Camerini, Guiu, Rizzi, Costella A. Allenatore: Chimenti Arbitro: Alessandro Cerullo di Potenza Reti: Romaniello, Galetta, Galetta.   MATERA – Primato solitario della Daken Invicta Matera nel campionato Allievi regionali. La vittoria ottenuta sul campo dell'Avigliano è la dodicesima consecutiva per la formazione allenata da Vito Chimenti. Decisa è stata la doppietta firmata da Galetta nella ripresa, due reti che hanno consentito di ribaltare l'iniziale vantaggio trovato in modo fortunosa da Romaniello. Un match vibrante, degno dello scontro tra quelle che erano le due reginette del massimo campionato giovanile lucano. Ad andare in vantaggio è la Virtus Avigliano che, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, trova la rete del vantaggio: mentre Viggiani cerca di spazzare l'area, il pallone sbatte sulla schiena di Romaniello terminando la sua corsa alle spalle dell'incolpevole Sanza. Il gol scuote i ragazzi della Daken Invicta Matera che, sempre esprimendo un buon calcio, man mano alzano il loro baricentro alla ricerca del gol per riequilibrare il match. Questo arriva nella ripresa, quando dal cross di Belgrano, il tocco del difensore aviglianese Summa diventa un assist per l'accorrente Galetta che di testa nell'area piccola non sbaglia. Sulle ali dell'entusiasmo la Daken Invicta Matera trova anche la rete del raddoppio: sul lungo rinvio di Sanza, Eletti scappa via verso la porta avversaria, fa fuori due avversari e poi, decentrandosi, trova il giusto varco per far partite un destro che si rivela imprendibile. Punteggio ribaltato. Poi il finale vede il forcing aviglianese, ma la Daken ci mette anche il cuore e resiste agli assalti dell'Avigliano e anche a qualche fischio arbitrale di troppo. Alla fine è festa grande per la vittoria e per il primato in classifica.