Eccellenza, il commento

Il Real Metapontino torna in vetta

Share this post

Con i risultati di domenica scorsa, la classifica dell’Eccellenza lucana si è ulteriormente accorciata e c’è stato un altro cambio al vertice. La Vultur (30), facendosi imporre il nulla di fatto dal Pomarico (20), è stata scavalcata in classifica dal Real Metapontino (31), che si è imposto con un perentorio 4 a 1 sul Satriano (20). L’undici di mister D’Urso, che ha anche avuto la possibilità di battere il Pomarico (rigore fallito quasi allo scadere) è stato anche agganciato al secondo posto dall’Angelo Cristofaro (30), che a sua volta ha sfruttato al meglio il secondo turno interno consecutivo battendo con il più classico dei risultati il Latronico (15). Le tre squadre, in lotta a questo punto non solo per il titolo di “campione d’inverno”, sono racchiuse in soli due punti, e alle loro spalle è una vera e propria bagarre. Sale in classifica con decisione il Lavello (22), che ha espugnato il campo del Moliterno (11), ma anche il Vitalba (21), che con un tris di Grieco ha liquidato una Soccer Lagonegro (10) che, per quel che ha fatto vedere, non merita l’attuale posizione di classifica. Grande affollamento ai confini con la zona play off, dove si presentano la Murese (20) che ha battuto di misura lo Sporting Matera (17), il Real Tolve (20), che con lo stesso risultato ha avuto ragione dello Sporting Pignola (12) e il Pomarico, che come detto, è uscito indenne dal “Corona”. Queste tre squadre hanno agganciato in classifica il Satriano. E’ quindi lotta aperta anche per il quarto e quinto posto, dove ora, nello stretto giro di due punti, ci sono ben sei squadre. In coda è rimasto tutto invariato. La Soccer chiude la classifica, ma con distanze minime da Moliterno e Ferrandina (11), con gli aragonesi sconfitti al “Santa Maria” per mano del Villa D’agri (16). Un campionato così equilibrato non si vedeva da anni e ciò lo rende avvincente. I numeri della giornata dicono che per la quarta giornata è stato sfiorato il record minimo delle marcature. Domenica difatti sono state messe a segno solo 17 reti (il bottino sale a quota 281) e con la Vultur che, nonostante lo zero a zero (anche prima domenica senza gol per i suoi attaccanti), vanta sempre il miglior attacco (31). Continua invece ad essere anemico l’attacco del Moliterno, che di reti fino ad oggi ne ha realizzate solo 9. La squadra di D’Urso resta quella con la difesa meno battuta della categoria (10) così come quella del Ferrandina (30), la più perforata. Non vanno a segno da quattro domeniche consecutive gli attaccanti della Soccer Lagonegro, mentre sono tre quelle di digiuno per gli avanti dello Sporting Pignola. Il Pomarico invece non subisce gol da ben quattro domeniche, mentre per Murese e Lavello sono tre le domeniche senza subire reti. Cinque sono state le vittorie interne registrate nel quattordicesimo turno, 55 quelle dall’inizio della stagione (49,1%), due invece le vittorie esterne per un totale di 27 (24,1%) mentre si è registrato un solo pareggio (30 in tutto e pari al 26,8%). Sono in pratica 112 le gare disputate fino ad oggi. Il Real Metapontino è la squadra che ha collezionato più segni “1” (7), il Real Tolve vanta invece il maggior numero di pareggi (8) mentre la Vultur è la squadra che ha collezionato più “2” (4). Con il primo risultato ad occhiali della Vultur, che resta anche il più gettonato (16 su 30), tutte le squadre ne hanno collezionato almeno uno. Nove sono gli “uno ad uno” (Latronico primatista con tre) e 5 i “due a due”. Il Ferrandina è la squadra che non ha mai vinto una gara fuori casa. Zero pareggi esterni per Murese e Soccer Lagonegro mentre in casa non conoscono mezze misure Lavello e Vitalba, imbattute davanti al pubblico amico Real Metapontino, Vultur, Angelo Cristofaro e Satriano. Seconda vittoria di fila per uno a zero per il Lavello (terzo stagionale), mentre per la seconda domenica di fila il Latronico è stato sconfitto per 2 a 0. A guidare la classifica dei marcatori ora sono in due, l’infortunio subito contro la Soccer non ha permesso di rimpinguare il bottino, ha saputo cogliere l’attimo Margiotta, che grazie alla sua terza doppietta stagionale ha agganciato in vetta il bomber di Pietragalla (10). Nessun altro mutamento di rilievo se non da segnalare che Grieco, 12 gol in Promozione, si è presentato ai suoi nuovi tifosi con una bella tripletta.