Promozione, il commento

Il Brienza si impone sullo Sporting Lauria

Share this post

POTENZA- Quattro squadre a punteggio pieno e tre ancora al palo, può sembrare un bilancio tutto sommato in linea con le aspettative della vigilia, perché la cadetteria lucana edizione 2013/14 ha un volto totalmente nuovo. Se andiamo però nel dettaglio delle squadre che sono a punteggio pieno, allora ci accorgiamo che i pronostici della vigilia non sono stati del tutto rispettati. Due su tutti sono i risultati sorprendenti e che riguardano la vittoria del Brienza a danno dello Sporting Lauria, e del Lavello, che ha invece espugnato il campo dello Sporting Palazzo. Grazie a queste vittorie le “matricole” viaggiano a punteggio pieno alla pari del Miglionico, passato a S. Angelo, e Latronico, che sul terreno amico ha battuto il Ruoti. All’altra parte della classifica fa un po’ specie lo zero del Rotonda, che ha tutte le carte in regola per fare bene, ma al momento non è ancora riuscita a togliere lo zero in classifica. Domenica scorsa a Tursi non era certo facile, ma ci si aspettava qualcosa di più dai “lupi” del Pollino. A zero c’è anche il Salandra, che sul campo amico ha subito una brutta sconfitta, una scoppola rimediata per mano dello Sporting Matera che invece appare rigenerato. Hanno mosso la classifica Bella e Satriano, che si sono affrontate, ma anche il Foggiano Melfi, che sembra essersi messo in carreggiata, il punto conquistato a danno del Ferrandina può essere un “punto” di partenza. Questo è quanto sommariamente accaduto domenica scorsa, ma ora andiamo nel dettaglio partendo dal risultato meno atteso della giornata, che riguarda la gara tra il Brienza e lo Sporting Lauria. La squadra di mister Gerardi, dopo l’impresa di Rotonda, è riuscita a ripetersi contro una delle squadre da battere di questo campionato. La squadra di mister Gerardi fa un figurone all’esordio interno offrendo una prestazione, specie nel primo tempo, a dir poco maiuscola. Gli ospiti forse non si aspettavano una prestazione così importante da parte della matricola burgentina, che riescono rifilarne addirittura tre. Ciò non significa che i laurioti sono stati a guardare, anzi la gara è stata molto piacevole e intensa. La squadra di Curcio torna in campo con il chiaro intento di evitare la sconfitta, ma la doppietta di Melchionda non basta. I padroni di casa soffrono nel finale, ma a denti stretti portano a casa una bella vittoria. Quasi analogo l’andamento del match tra il Latronico e il Ruoti. I termali archiviano la pratica Ruoti già nel primo tempo e concedendo poco agli avversari nella ripresa. Il gol di Paterna, dal dischetto, “non arma” il potenziale offensivo ospite che non riesce ad aprire ulteriormente la gara. Vince in rimonta invece il Miglionico passando sul campo di un S. Angelo, che forse deve fare ancora i conti con la nuova categoria. Alla squadra di casa resta l’amaro in bocca, perché quando la partita sembrava essersi incanalata sul nulla di fatto, è arrivata la rete di Colamassaro che ha tagliato le gambe ai locali. Sporting Palazzo e Lavello, in un campionato diverso, si erano incontrate esattamente cinque mesi fa, con i dauni corsari in quel di Palazzo. Le cose, dopo la rete di Vassalli, sembravano andare in maniera diversa, ma la squadra di Tavarone è stata capace a ribaltare la situazione negli ultimi minuti di gioco. Protagoniste lo scorso anno in Prima, Palazzo e Lavello hanno tutte le carte in regola per esserlo anche quest’anno, anche se i giallo rossi hanno perso giocatori del calibro di Fiorella e Digiovinazzo. La prima vittoria stagionale del Tursi Rotondella a danno di un buon Rotonda è firmata da De Ceglia. Gli ospiti forse hanno pagato a caro prezzo l’espulsione che li ha costretti a giocare in inferiorità numerica per quasi tutta la ripresa. Dopo la doccia fredda di sette giorni fa, lo Sporting Matera si è rifatto con gli interessi sul campo del Salandra, che a sua volta ha fatto un passo indietro rispetto all’esordio. Un risultato troppo rotondo e incontestabile per cercare attenuanti e la squadra di Chetti deve lavorare ancora tanto per evitare la retrocessione. A Bella accade tutto nella ripresa, il Satriano passa con l’esperto Esposito mentre A. Troiano ristabilisce il giusto equilibrio che si era generato dalla contesa. Al Ferrandina invece non riesce l’en plein, perché dopo la rete di Martoccia non ha saputo chiudere i conti. Il Foggiano ci ha creduto, ed alla fine ha ottenuto il giusto premio. Con le venticinque reti di domenica scorsa, il bottino stagionale sale a quota 48, 8 in più rispetto agli stessi turni dello scorso anno. Otto sono anche i giocatori che sono andati a segno in entrambi i turni con il lauriota Melchionda già leader della classifica dei marcatori con 4 reti.