News

Calato il sipario, parte la nuova stagione

Share this post

Calato il sipario sulla stagione 2017/18 da oggi si parte con la nuova. Una stagione che sembra prospettarsi con meno problematiche rispetto a quella appena archiviata, eccezion fatta per l’annunciato ritiro della Soccer Lagonegro. Purtroppo nel centro valnocino non è la prima volta che una società, forse per gli stessi motivi, è costretta a chiudere i battenti. Per il posto lasciato “vacante” sembrano esserci già diverse società pronte a fare domanda di ripescaggio, bisogna solo attendere il via libera del CRB lucano che, forse a breve, uscirà con un proprio comunicato per indicare le linee guida.
Non sembrano, al momento, esserci altri problemi del genere nelle altre piazze del massimo torneo regionale che ha riabbracciato Ferrandina, che sarà ai nastri di partenza con una nuova denominazione (ASD Ferrandina 17890), ed accolto il Rotunda Maris, che dovrà però trovare l’allenatore, visto che mister Rubolino si è “accasato” con il Real Metapontino. Alcune società sono più che attive sul mercato e dai “movimenti di mercato”, anche se è presto per dirlo, sembrano essere diverse le società che vorranno lottare per la vittoria finale. In prima fascia ci sono Grumentum, Melfi, Lavello, Real Metapontino, Vultur e Montescaglioso, non sono escluse altre out sider, che potrebbero inserirsi o dar fastidio.
Si tornerà quindi alla classica conformazione dei campionati, con i vari gironi che torneranno ad essere a 16 squadre. Per il posto lasciato vuoto dalla Soccer c’è già una bella lista di pretendenti della cadetteria. Il Candida Melfi, che si chiamerà SSD Ripacandida, è tra queste come il Pomarico, il Brienza e il Real Tolve, con i giallo rossi che avranno a disposizione il campo nuovo (inaugurazione del sintetico prevista per il giorno 8 luglio). Non saranno forse le uniche, ma tanti “aspetti” fanno pensare che sarà una bella lotta per aggiudicarsi il posto in Eccellenza. In Promozione la “regina” del mercato sembra essere il Brienza, indizi chiari che fanno pensare che la domanda di ripescaggio sarà fatta. Non è poi ancora chiara la posizione dell’Alto Bradano e in caso di defezione degli alto bradanici, i posti disponibili per completare l’organico saranno due. Con molta probabilità sia il San Cataldo che il Castelluccio, entrambe perdenti spareggio, produrranno la domanda per giocare in Promozione così come la RAF Venajum, che lo ha dichiarato pubblicamente già da un po’ di tempo. Una sarà di troppo, se tutto filerà liscio come l’olio, e i “problemi”, se così li vogliamo chiamare, il CRB lucano li potrebbe avere per allestire i due gironi di Prima Categoria, ma è veramente troppo presto anche per pensare alla Prima Categoria che, solitamente, parte sempre dopo l’Eccellenza e la Promozione.
Non sarà disputata sicuramente la Super Coppa regionale, che è riservata alle squadre che hanno vinto la Coppa Italia di Eccellenza (Soccer Lagonegro) e di Promozione (Ferrandina), un vero peccato perché sembrava una cosa “carina” e che forse doveva giocarsi alla fine dei campionati. Coì non è stato forse per ovvi motivi.