Promozione, il commento

Promozione, la 5a giornata

Share this post

La quinta giornata del torneo cadetto regionale ha ricalcato fedelmente ciò che è avvenuto nelle precedenti giornate ed è ancora più che certificato che questo torneo di Promozione è anche molto più equilibrato dei precedenti. Ritrovare nello stretto giro di un punto sei squadre non può che essere la conferma che a regnare è sempre l’equilibrio.
E proprio per l’equilibrio che regna c’è stato un altro cambio al vertice della classifica. Grazie alla vittoria in rimonta, ma anche ai risultati maturati sugli altri campi, l’Atletico Lauria, tra l’altro unica squadra imbattuta, è balzata in vetta alla classifica. I laurioti, sotto di una rete (Cilla), sono riusciti poi a portare a casa l’intera posta in palio battendo un Oppido mai domo e al termine di una vera e propria battaglia, chiaramente sportiva, con Olivieri che ha prima pareggiato i conti e poi firmato la rete dell’en plein casalingo.
I laurioti sono tornati in vetta anche perché le tre ex prime della classe non hanno portato a casa l’intera posta in palio. Rallentano la corsa Brienza e Paternicum, ma le due formazioni si sono affrontate tra loro sul campo burgentino. Anche questa è stata una vera e propria battaglia, con le maggiori emozioni concentrate in un quarto d’ora, l’ultimo della prima frazione di gioco, con i locali prima passati in vantaggio (Tolve), sorpassati (Pascale-Russo) e poi ristabilita la parità (Tolve). Non da meno la ripresa, ma il punteggio è rimasto invariato.
Ha rischiato il colpaccio la “matricola” Lu Tito, la formazione di Pappalardo però, avanti di due reti (D’Andrea-Folino), nella ripresa si è fatta raggiungere dai locali (Frabetti-Dora). La santarcangiolese, sulle ali dell’entusiasmo, ha sfiorato il ribaltone, ma è stato bravo il “giovane” Salvia a negare la vittoria alla squadra locale.
Questi pareggi hanno permesso a Castelluccio (Catalano) e Oraziana Venosa (Tavarone, doppio Grieco e Minutiello) di agganciare il secondo posto in classifica. Il Castelluccio ha espugnato il campo del Miglionico, ancora a digiuno di vittorie, mentre gli oraziani al “Lorusso” hanno battuto il Possidente.
Grazie ad una rete di Pisano la R.A.F. Vejanum ha espugnato il campo del San Cataldo, che ha dovuto rimandare ancora una volta l’appuntamento con la prima vittoria stagionale, mentre l’Anzi, in rimonta, è tornato al successo pieno battendo la Virtus Bella. Montano e Starna hanno ribaltato l’iniziale vantaggio ospite siglato da Paterna.
Venti sono state le reti messe a segno nel turno appena archiviato, il bottino stagionale sale così a quota 91.
L’Atletico Lauria vanta il miglior attacco della categoria con 13 reti all’attivo, solo una rete (Podano) invece per gli avanti del San Cataldo. Alla R.A.F. Vejanum e al Miglionico la maglia nera per la peggior difesa della categoria, 12 le reti subite. Miglior difesa è invece quella del Castelluccio, con l’unica rete subita alla prima giornata, e in casa, al minuto numero 57 della gara con il Paternicum, Per la formazione di mister De Marco sono 393 i minuti consecutivi di imbattibilità.
Detto che San Cataldo e Miglionico non hanno ancora festeggiato una vittoria, c’è anche da dire che R.A.F. Vejanum e Anzi non conoscono mezze misure, difatti non hanno mai pareggiato una gara.
E’ “ammucchiata” anche in vetta alla classifica dei marcatori, con D’Andrea, Grieco, Olivieri e Tolve che hanno agganciato a quota 4 Costanzo e Petrocelli. Nella classifica dei marcatori ci sono ben 52 marcatori, oltre ad un difensore sancataldese che ha avuto la sfortuna di segnare nella porta sbagliata.