Promozione, il commento

Promozione, la 7a giornata

Share this post

La classifica della cadetteria lucana, dopo i risultati della settima giornata del girone di ritorno, comincia a delinearsi un po’.
A guidarla è sempre l’Atletico Lauria, che al “Mignone” ha liquidato la pratica Possidente con un perentorio 6 a 1. I laurioti, sotto di una rete (Mancuso), si sono subito ripresi ed in un batter d’occhio hanno ribaltato il risultato fino ad infliggere agli ospiti una punizione pesante. La squadra di mister Ricci resta l’unica ad essere imbattuta ed a referto sono andati Favieri (doppietta), Maimone, Puoli ed Olivieri (doppietta).
Tiene botta il Brienza, che resta nella scia della capolista dopo aver battuto, con il più classico dei risultati, la Virtus bella sul campo amico. A far felice mister Gerardi ci ha pensato prima D’Alto e poi nella ripresa Tolve, dal dischetto, ha spento le velleità di rimonta dei bellesi, che nonostante la battuta di arresto restano ai bordi della zona play off.
Rallenta la corsa il Paternicum, ma la squadra di mister Cirigliano era impegnata sul difficile campo della Santarcangiolese. E’ terminata in parità e dopo la rete di Petrocelli il pareggio si è materializzato con la rete di Dora e quando forse gli ospiti stavano già pregustando il colpaccio. Rallenta il Paternicum ma avanzano Lu Tito e l’Oraziana Venosa, difatti le due squadre hanno recuperato due punti ai valligiani grazie alle vittorie conquistate contro San Cataldo e Castelluccio. I titesi hanno rimandato ad altra data la prima vittoria stagionale dell’undici di mister Sabato, che restano ultimi della classe e con soli due punti all’attivo. La terza sconfitta di fila è griffata D’Andrea e C. Santangelo, alla sua prima rete stagionale con la maglia titese. E’ invece bastata la rete di Adesso all’Oraziana Venosa per portare a casa una vittoria preziosa e pesante contro un Castelluccio mai domo e che si è rivelato avversario tosto. Il Castelluccio, in un torneo così equilibrato, può ancora dire la sua fino alla fine della stagione.
Gol e spettacolo hanno caratterizzato la sfida tra l’Oppido e la R.A.F. Vejanum, con la gara che si è conclusa poi in parità (4 a 4). Protagonisti dell’accesa sfida C. Mele per i valligiani, a segno con una tripletta, e Paolucci con una doppietta, a referto anche gli oppidani Pappalardo e Gioiello e il valligiano Chirichella. Altalena di emozioni dal primo all’ultimo minuto di gioco per un pari che alla fine soddisfa di più gli ospiti che i locali, le due squadre ad ogni modo si sono anche avvicinate alla zona play off, anche se hanno anche quasi un piede nei play out.
E’ invece arrivata la prima gioia stagionale per il Miglionico, che grazie alla rete di Grasso ha avuto ragione dell’Anzi ed ha fatto un bel balzo in classifica abbandonando anche l’ultima posizione.

Si è segnato in maniera abbastanza egregia, difatti di reti ne sono state messe a segno 23 un numero al di sopra della media stagionale (18,9) e che porta a quota 132 il bottino stagionale. Con le sei reti rifilate al malcapitato Possidente, è quello dell’Atletico Lauria il miglior attacco della categoria (20), mentre comincia ad essere “pesante” il digiuno degli attaccanti del San Cataldo, che non vanno a segno oramai da tre turni. Fino ad oggi i “bellesi” hanno messo a segno una sola rete. La capolista vanta anche la miglior difesa della categoria (4), mentre la più perforata è quella della R.A.F. Vejanum (18).
Olivieri, alla terza doppietta stagionale, guida la classifica dei marcatori con 7 reti, alle sue spalle Mele, Paolucci e Petrocelli (6). Per C. Mele un piccolo record, difatti l’attaccante della R.A.F. Vejanum ha realizzato due triplette. Salgono invece a quota 5 Favieri, Tolve e D’Andrea. In tutto sono 65 i calciatori andati a segno compreso lo sfortunato giocatore del San Cataldo che ha fatto gol nella propria porta.
Tredici le gare che si sono chiuse in parità e la Santarcangiolese al momento è quella che ne ha collezionati di più (4).