Eccellenza, il commento

Eccellenza, la 10a giornata

Share this post

E’ rimasta invariata la parte alta della classifica dopo i risultati della decima giornata di andata, con Melfi e Lavello che continuano a viaggiare a braccetto e spediti e le altre che non mollano. Ha frenato il Real Tolve, agganciato dal Real Senise al quinto posto, ma la squadra giallo rossa aveva di fronte il Melfi.
Qualcosa è cambiato invece in zona play out, dove il colpaccio della giornata lo ha messo a segno il Latronico andando a fare bottino pieno a Montescaglioso, squadra che in casa non aveva mai perso una gara. Sugli scudi Ibrahina, autore di una doppietta dopo che i suoi avevano trovato il pareggio. Montesi che si erano portati però in vantaggio (Scocuzza), poi è arrivato il pari firmato da Papaleo e poi la doppietta di Ibrahin. La rete di Leccese non è poi bastata per riaprire del tutto la gara. Nulla da fare per la Murese, sconfitta di misura al “Rigamonti” dalla Vultur, che resta fanalino di coda con due soli punti all’attivo. Di male in peggio il Ripacandida, che ha collezionato la sesta sconfitta consecutiva, questa volta al “San Donatello” è passato il Pomarico che gli è bastata la rete di Cappiello per portare a casa l’intera posta in palio ed allontanarsi dalla zona critica della classifica.
Hanno mosso la classifica Ferrandina e Policoro, il pareggio è figlio delle reti di Guarino (rigore) per gli jonici e Parisi per gli aragonesi. Un punto a testa che fa morale.
Al “San Rocco” lo spettacolo non è mancato, Claps e Mirabet vanno a referto nel primo tempo, poi nella ripresa i normanni allungano il passo. Una sfortunata autorete di Laurieri e un gol di Saurino sembrano scrivere la parola fine sul match, ma i locali, che non hanno affatto sfigurato, sono riusciti a tornare in partita con Basentini subito dopo. Solo nei minuti di recupero arriva la quarta rete dei giallo verdi (rig. di Saurino). Per il Real Tolve è la seconda sconfitta interna, mentre per il Melfi, ancora imbattuto, è la sesta vittoria di fila e la quinta, in altrettante gare, esterna.
Tiene il passo dei federiciani il Lavello, che grazie alla rete di Grieco è riuscito ad espugnare il campo dell’Avigliano, suo malgrado alla terza sconfitta di filae con la classifica abbastanza deficitaria. La squadra di mister Alberti invece ha collezionato la quarta vittoria di fila.
Quinta vittoria di fila invece per le inseguitrici Vultur e Grumentum. Ai bianco neri è bastata la rete del bomber Di Tolve per espugnare Muro Lucano, mentre al Grumentum quella di Pellegrini per passare al “Venezia” e portare a casa anche la vittoria nel derby con il Moliterno. Saranno questa squadre, sostanzialmente, a lottare per la vittoria finale, perché le quinte in classifica, con il gap che si ritrovano, sembrano essere tagliate fuori.
Ha perso una buona occasione il Real Senise per consolidare il quinto posto in solitudine, ma la compagine sinnica, che deve anche recuperare una gara, non è riuscita a battere il Real Metapontino, complice anche un legno colpito da Lavecchia. Locali in nove ed alla fine lo zero a zero, che è anche il primo pareggio stagionale, potrebbe anche stare bene. Un punto importante per gli ospiti che restano in orbita play off.

Poche le reti messe a segno, 17 in tutto con 5 messe a segno dalle squadre ospitanti. Sale a quota 237 il bottino stagionale. Azionisti di maggioranza gli attaccanti del Melfi, sempre a segno fino ad oggi, che di reti ne hanno messe a segno 29. Solo cinque quelle realizzate dalla Murese, che ha l’attacco più evanescente della categoria. La miglior difesa resta quella del Lavello (3 le reti subite), imbattuta da quattro gare. La difesa con il maggior numero di minuti di imbattibilità è però quella del Grumentum, che non subisce reti da 450’. Ventidue invece le reti subite da Avigliano e Ripacandida.
Lavecchia è stato agganciato in vetta da Saurino (9), mentre Claps si è affiancato a Gerardi e Mastroberti (8).
Con i due pareggi di domenica scorsa, il computo stagionale è salito a quota 17. Primo zero a zero per il Real Senise e terzo risultato ad occhiali per il Real Metapontino. Sette in tutto le gare a reti bianche. Primo pareggio stagionale anche per il Policoro, nessun segno “X” invece per il Grumentum.