Eccellenza, il commento

Eccellenza, la 11a giornata

Share this post

L’undicesima giornata del campionato di Eccellenza va in archivio con due risultati forse inattesi, ma per il resto della giornata il turno è stato abbastanza interlocutorio e per quel che riguarda la parte alta della classifica è rimasto tutto invariato.
Il Melfi ci ha messo poco meno di un’ora per piegare la resistenza del Ripacandida e poi dal vantaggio di Saurino, giunto al 10’ della ripresa, la gara per i ragazzi di mister Astudillo è stata tutta in discesa. L’attaccante federiciano ha bissato quasi alla mezz’ora e Nardozza, poco dopo, ha chiuso definitivamente i conti.
Pratica “Real Metapontino” archiviata invece già nel primo tempo per il Lavello, che grazie alla tripletta di Gerardi ha incanalato la gara sui binari giusti. Allo scadere della contesa è arrivata anche la rete di Difrancesco che ha confezionato il 4 a 0 finale e firmato la sesta vittoria interna in altrettante gare. Per i dauni, imbattuti alla pari dei federiciani, si è trattato della settima vittoria di fila. La compagine di mister Alberti ha veramente dato una prova di forza, perché di fronte c’era una squadra che non è proprio l’ultima arrivata. Vittoria a parte, la difesa lavellese fino ad oggi sul neutro di Venosa non ha mai subito una rete e i minuti di imbattibilità sono saliti a quota 475, al momento il record stagionale di imbattibilità è detenuto dalla difesa del Ferrandina (490’). Tengono il passo le immediate inseguitrici e se alla Vultur è bastata la rete di Salvia per aver ragione del Montescaglioso e inanellare la sesta vittoria consecutiva, il Grumentum di mister Volini ne ha rifilate cinque alla Murese (doppietta di Serritella e tripletta di Scavone), il cui cambio tecnico non ha ancora giovato anche se non era quello di Viggiano il campo su cui la squadra doveva iniziare la svolta. Cosa che i ragazzi di mister Dente potranno fare domani a Latronico, quando scenderanno in campo per recuperare la gara della nona giornata. In campo anche Grumentum e Vultur, ma le due squadre scenderanno in campo per dar vita alla gara di ritorno delle semifinali di Coppa Italia. I valligiani partono forte dal 4 a 1 conquistato al “Corona”.
Grazie alla vittoria conquistata a Bernalda, campo di gioco del Ferrandina, il Real Senise è salito al quinto posto in classifica scavalcando il Real Tolve, caduto a Policoro. Per il Real Senise, a segno con Ferrara, Tuzio e Di Nella, c’è la possibilità di accorciare ancora le distanze dal quarto posto, ma bisogna superare l’esame Policoro. Domani difatti a Nova Siri le due squadre scenderanno in campo per recuperare la gara della nona giornata sospesa ad inizio ripresa e con gli jonici in vantaggio (Casale). Tornando alla gara di Bernalda, per il Ferrandina, due punti nelle ultime sei gare, Dametti era riuscito a riaprire la gara, ma poi alla fine non è bastato e gli aragonesi sono stati scavalcati in classifica dal Policoro che è tornato al successo pieno rifilando un perentorio 3 a 0 al Real Tolve. Per l’undici di mister Martino sono andati a segno Casale (doppietta) e Tomaselli. Seconda sconfitta consecutiva per il Real Tolve.
Un bel colpo lo ha messo a segno il Moliterno espugnando Salanda. Il Pomarico, che si era anche portato in vantaggio, ha subito il ritorno dei valligiani che hanno ribaltato il risultato con una tripletta di Appella e una rete di Padin.
Colpaccio è stato invece quello messo a segno dall’Avigliano, che grazie ad una rete di Vaccaro ha espugnato Latronico. Per i granata la prima vittoria esterna è servita ad interrompere la striscia negativi fatta di tre sconfitte consecutive.

Con le 26 reti messe a segno, il bottino stagionale è salito a quota 263 e lo stesso sarà aggiornato domani dopo le gare di recupero.
Grazie alla seconda tripletta stagionale, Gerardi è salito in vetta alla classifica dei marcatori, stesso numero di gol, undici, anche per Saurino, che ha invece messo a segno una doppietta. Fermo al palo Lavecchia (9), avanzano Appella e Scavone, tripletta per entrambi, ed agganciano a quota otto Claps e A. Mastroberti.
Seconda giornata stagionale senza “X”.