Eccellenza, il commento

Eccellenza, la 3a giornata

Share this post

In vetta, dopo tre giornate, restano in tre ed era quasi scontato visto che la giornata prevedeva la sfida tra il Lavello e Ferrandina, che prima di fischio iniziale erano a pari punti. Dal trono sono scesi gli aragonesi, che hanno subito una pesante sconfitta al “Pisicchio”, mentre le altre due, Brienza e Rotonda, hanno collezionato, come i dauni, la terza vittoria di fila battendo Ripacandida e Melfi.
La formazione di mister Volini, per la prima volta al “Pisicchio”, ha messo in archivio la vittoria già dopo i primi 45’ di gioco con la tripletta di Gerardi e la rete di Marotta. Non cambia il copione nella ripresa e prima Monopoli, e poi S. Claps e Ambrosecchia, arrotondano il punteggio. Poco da dire su una vittoria così larga, per gli aragonesi un brutto scivolone, ma il campionato è lungo è c’è tutto il tempo per rifarsi.
Grazie ad un primo tempo perfetto, il Brienza di mister Bardi ha battuto un buon Ripacandida che, tornato in partita con la terza rete stagionale di Grieco, non è riuscito a completare l’opera, complice anche la rete di Costanzo che ha poi di fatto messo il sigillo sul terzo successo di fila. Vaccaro (96) e Campisano avevano incanalato la gara sui binari giusti. Questo Brienza va tenuto in considerazione, anche perché gioca senza assilli particolari.
Al Rotonda invece è bastata la rete di Ferreira, giunta nei minuti finali della contesa, per aver ragione di un Melfi che è parso in netta ripresa. I “Lupi del Pollino” viaggiano a punteggio pieno, ma i federiciani sono sulla buona strada per puntare ai play off.
Non è a punteggio pieno, ma è imbattuta, e con la vittoria di oggi la Vultur, che ha battuto il Latronico, è rimasta nella scia delle tre battistrada. A spianare la strada del successo ci ha pensato Nano. Il Latronico, al terzo stop consecutivo, ha retto bene nella prima frazione di gioco per crollare nella ripresa quando Falanga, e poi Serritella (tripletta per l’attaccante) hanno collezionato il pokerissimo finale. Per i bianco neri terza gara consecutiva senza subire reti, un dato non di poco conto.
Vittoria pesante per il Castelluccio, che ha espugnato il difficile campo del Montescaglioso. I mercurini passano con Santoro, poi Garcia, con la prima doppietta stagionale, archivia la pratica. I montesi tornano in partita nella ripresa con Leccese, ma Pioggia alla mezz’ora spegne le velleità di rimonta dei locali che collezionano la seconda sconfitta consecutiva.
Il Pomarico scivola nuovamente, questa volta a Lauria, e con l’Atletico che ha festeggiato la vittoria, la seconda della stagione, grazie ad una rete di Favieri. Per la formazione di mister Dellisanti è la terza sconfitta consecutiva ed è preoccupante anche perché a segno fino ad oggi non è andato nessun giocatore. I laurioti hanno fatto valere la legge del “Mignone”, due gare ed altrettante vittorie.
Prima vittoria stagionale per il Moliterno, che grazie ad una rete di Stefanazzi ha espugnato il San Rocco di Tolve. A nulla è valso il forcing finale operato dai giallo rossi, perché gli ospiti si sono saputi difendere bene.
Primo punto stagionale invece per il Real Senise, che al “Rossi” ha impattato per uno ad uno con il Policoro. Azzerato da Coley il vantaggio sinnico realizzato da Ciuffo. Per gli jonici secondo pareggio consecutivo.

Alta la media stagionale, pari a 26,3 reti a turno, e con le 26 dell’ultima uscita, il bottino stagionale sale a quota 79, due in più rispetto allo scorso anno. L’Attacco del Lavello (12) si contrappone a quello del Pomarico (0), mentre la difesa meno battuta del torneo, quella della Vultur (zero le reti subite), si contrappone a quella del Latronico, che in 3 gare ha subito 15 reti.
Ancora a segno il dauno Gerardi, l’attaccante aviglianese, con la tripletta, è salito a quota 6, alle sue spalle Pioggia e Serritella, anche quest’ultimo a segno con una tripletta. A segno per la terza domenica consecutiva anche il bomber burgentino Campisano.