Promozione, il commento

Promozione, la 6a giornata

Share this post

Dopo i risultati della sesta si può tranquillamente dire che sono cambiate le protagoniste per la vittoria finale del campionato di Promozione, difatti a lottare per l’Eccellenza in questo momento ci sono San Cataldo e Polisportiva Tito che, alla vigilia, erano date come antagoniste e non come protagoniste.

Domenica la squadra di mister Sabato ha conquistato una bella vittoria imponendosi con il più classico dei risultati ad Avigliano. Il “sentito derby”, perché i due centri sono abbastanza vicini, è stato risolto dagli ex, a segno R. Vaccaro e A. Santarsiero. Con questa vittoria i sancataldesi restano gli unici imbattuti tra i cadetti.

Alla Polisportiva Tito è bastata invece una rete di Starna alla mezzora della ripresa per espugnare il “Rigamonti” di Muro Lucano e consolidare il secondo posto in classifica. Per il Marmo Platano seconda battuta d’arresto consecutiva.

Aumenta il vantaggio delle due battistrada sulle inseguitrici perché domenica scorsa c’è stato il “flop” di Elettra Marconia e Atletico Montalbano, scavalcate in classifica dall’Oraziana Venosa che con un perentorio 4 a 0 (doppietta di G. Lomuscio, Minutiello e Chiarella) ha liquidato la pratica Moving On The Green, con i bantini che hanno interrotto la striscia positiva che durava da 4 turni.

In classifica si rilancia la Santarcangiolese, che ha inflitto all’Elettra Marconia un pesante KO. Sugli scudi Tritto, autore di una tripletta, a referto anche Cascini. La compagine jonica, data dai più come squadra favorita, sta viaggiando a corrente alternata, e per puntare in alto bisogna dare un po' di continuità ai risultati.

Non sono mancate le emozioni al “Coviello” di Viggiano così come al “Principe di Piemonte” di Potenza. A Viggiano il Paternicum si è imposto nuovamente sui “cugini” della R.A.F. Vejanum grazie alle reti di Lobosco e Fratantuono (doppietta), ma i viggianesi, a segno con Santalucia e Milano (rigore) sono stati sempre in partita.

Gol e spettacolo anche al Principe, con la formazione di mister Romano che alla fine ha prevalso per 4 a 3 sull’Atletico Montalbano. Per la Virubus (Giordano, doppietta di Rago e Lopardo) punti pesanti in chiave salvezza, gli jonici invece hanno perso l’imbattibilità stagionale, ma nulla è precluso perché la classifica è ancora abbastanza corta.

Con una doppietta di Paterna l’Atletico Rapone ha espugnato Miglionico, che si era portato in vantaggio con Albano. Per i locali è stata una brutta sconfitta, per gli ospiti invece la vittoria è servita a rilanciare le proprie ambizioni.

E’ arrivato il primo punto stagionale per lo Sporting Lavello, che ha fatto però sfumare la prima vittoria stagionale dell’Oppido che la stava già pregustando. Altalena di emozioni fino al quinto minuto di recupero, minuto in cui Lorusso, dal dischetto, ha ristabilito la nuova parità dopo che Cilla, al terzo di recupero, aveva portato in vantaggio i bianco verdi. Precedentemente erano andati a segno Zuccaro (doppietta) per i dauni, Paolucci e Muscillo per gli altobradanici.

Stabilito, con le 32 reti messe a segno, il record stagionale delle marcature. Il bottino sale così a quota 143. Da registrare la fine del digiuno degli attaccanti della Viribus, che durava da 365’, ma anche degli avanti del Lavello, che non andavano a segno da ben 427’.

Ruben Vaccaro ha agganciato a quota 7 D’Andrea e si ricompone così la “coppia aviglianese” in vetta alla classifica dei marcatori. Sono 80 i calciatori andati a segno nelle 48 gare disputate e si viaggia con una media gol a partita di 2,98.

Sono 14 le gare terminate in parità con Tito e Miglionico che non conoscono mezze misure.

foto tratta dal profilo Facebook della Raf Vejanum