Promozione, il commento

Promozione, la 4a giornata

Share this post

Il torneo cadetto regionale ha una nuova regina che corrisponde al nome di Città dei Sassi. La compagine materana, al secondo 6 a 0 di fila, si è portata in vetta sfruttando al massimo il turno di riposo che è toccato all’ex capolista Angelo Cristofaro. I ragazzi di mister Finamore sono passati in scioltezza sul campo della Polisportiva Tito, che a sua volta ha incassato il secondo KO di fila. Non ha invece sfruttato al massimo lo stop degli altobradanici il Marmo Platano, costretto a rincorrere il risultato sul campo del Castrum Viggianello. I muresi sono terzi, ma tallonati dall’Atletico Montalbano, corsaro a Montescaglioso, e con i montesi ancora fermi al palo. Gli jonici viaggiano a braccetto con il San Cataldo, che ad Avigliano ha piegato la resistenza della Viribus. Non è riuscito invece a piegare la resistenza del Miglionico l’Atella, mentre è arrivato il primo successo stagionale per il Viggiano, che dopo una gara rocambolesca, ha battuto la Santarcangiolese. Le pessime condizioni del terreno di gioco, dovuto alle avverse condizioni atmosferiche, non hanno permesso a Tricarico e Bernalda di scendere in campo.
Ma andiamo nel dettaglio della quarta, che ha fatto da prologo alle gare di Coppa Italia, difatti oggi si gioca l’andata dei quarti con queste partite: Atella-A. Montalbano, San Cataldo-Viggiano, C. Viggianello-Tricarico e Viribus-Città dei Sassi Matera.
La nuova capolista, come anticipato prima, ha collezionato la terza vittoria stagionale, che gli vale il primato, passando con una certa facilità al “Mancinelli”. Dai titesi, sotto di due reti (Grittani e Lovecchio) alla fine del primo tempo, nella ripresa ci si aspettava un ritorno, che non ci è stato. Grittani e Dobrozi hanno spento le velleità di rimonta dei locali, che nei minuti finali hanno subito altre due reti (ancora Grittani, ma questa volta dal dischetto, e Angelastri).
Sul campo del Viggianello il Marmo Platano, grazie ad una rete di Anthoi, evita la sconfitta, che stava maturando grazie al rigore messo a segno da Cosentino in avvio di ripresa. Dopo il canonico turno di riposo, l’Atletico Montalbano torna al successo espugnando il campo del fanalino di coda Libertas Montescaglioso che, dopo le reti di Borraccia e Coulibaly, era tornato in partita con Palazzo. Nei minuti finali Ripa ha ristabilito le distanze e Motola ha riaperto la contesa, ma forse il tempo a disposizione non era tanto da poter completare la rimonta. Ha tirato un sospiro di sollievo il San Cataldo, che grazie ad una doppietta di R. Vaccar
o, è riuscito ad avere la meglio sulla Viribus, che non ha affatto sfigurato. In avvio di ripresa era arrivato il vantaggio di D’Andrea, azzerato alla mezz’ora da Cetani, poi nei minuti finali è arrivata la doppietta del bomber Vaccaro che ha permesso ai sancataldesi di gioire.
A reti bianche si è conclusa la sfida tra l’Atella e il Miglionico, mentre è stata rocambolesca la vittoria, la prima, conquistata dal Viggiano. A rubare la scena sono stati Gargaro da una parte, a segno con una doppietta, ed Appella dall’altra, autore di una tripletta. A referto una sfortunata autorete di Graziano, e Capece, che a due dalla fine ha regalato una preziosa vittoria ai valligiani.
Leggera flessione dal punto di vista delle marcature, da tenere però conto che una gara non è stata disputata, e con le 24 reti messa segno, il bottino stagionale sale a quota 95. L’attacco della capolista (13) è il migliore della categoria, la compagine materana vanta anche la miglior difesa del torneo, non avendo subito nessuna rete in queste quattro gare. Il pacchetto arretrato del Tito è il più perforato (18), mentre gli attacchi del Viggianello e del Miglionico la porta la vedono poco, solo due le reti all’attivo.
Cilla (6), nonostante il turno di riposo conserva la leadership, ma alle sue spalle avanzano Appella e Grittani, che grazie alle triplette realizzate, hanno agganciato a quota 5 l’angioino Rinaldi.